Archivio

eventi da seguire

Valentino Catricalà e Antonella Sbrilli parlano di AI, machine learning, big data e creatività artistica, prendendo spunto dal libro “L’estetica dell’intelligenza artificiale. Modelli digitali e analitica culturale” di Lev Manovich, in occasione del terzo incontro on line dell’edizione 2020 dei “Complexity Literacy Meeting” (i Complexity Literacy meeting sono organizzati a partire dal 2014 dal Complexity Institute; quest’anno, date le difficoltà dovute alla pandemia di Covid-19, gli incontri si svolgono on line: sono diventati “Web Meeting”).

Le informazioni sull’incontro del 22 Ottobre dedicato al libro di Manovich si trovano qui 

Ricordiamo i momenti principali di ogni serata di ciascuno degli otto Complexity Literacy Web Meeting:

  • la presentazione di un libro, da parte dell’autore o di un lettore;
  • una relazione sullo stesso tema da parte di un esperto;
  • il dialogo generato dalle domande del pubblico agli esperti;
  • la Parola del giorno, a cura di Enrico Cerni;
  • la Biblioteca dei classici della complessità, a cura del Complexity Education Project.

Il Complexity Education Project da quest’anno si affianca al Complexity Institute nell’organizzazione degli eventi. Inoltre, in ogni serata cura la rubrica La Biblioteca dei classici della complessità, in cui in pochi minuti viene presentato un libro consigliato per approfondire i riferimenti principali del paradigma complesso.

Simonetta Simoni e Simonetta Tunesi parlano di cambiamento climatico e di letteratura, prendendo spunto dal libro “La grande cecità. Il cambiamento climatico e l’impensabile” di Amitav Ghosh, in occasione del secondo incontro on line dell’edizione 2020 dei “Complexity Literacy Meeting” (i Complexity Literacy meeting sono organizzati a partire dal 2014 dal Complexity Institute; quest’anno, date le difficoltà dovute alla pandemia di Covid-19, gli incontri si svolgono on line: sono diventati “Web Meeting”).

Le informazioni sull’incontro del 15 Ottobre dedicato al libro di Amitav Ghosh si trovano qui 

Ricordiamo i momenti principali di ogni serata di ciascuno degli otto Complexity Literacy Web Meeting:

  • la presentazione di un libro, da parte dell’autore o di un lettore;
  • una relazione sullo stesso tema da parte di un esperto;
  • il dialogo generato dalle domande del pubblico agli esperti;
  • la Parola del giorno, a cura di Enrico Cerni;
  • la Biblioteca dei classici della complessità, a cura del Complexity Education Project.

Il Complexity Education Project da quest’anno si affianca al Complexity Institute nell’organizzazione degli eventi. Inoltre, in ogni serata cura la rubrica La Biblioteca dei classici della complessità, in cui in pochi minuti viene presentato un libro consigliato per approfondire i riferimenti principali del paradigma complesso.

I “Complexity Literacy Meeting” sono eventi organizzati a partire dal 2014 dal Complexity Institute: un week end in cui esperti e appassionati di complessità si incontravano per esplorare le sfaccettature del paradigma complesso, attraverso la lettura e il suggerimento di libri. In ogni evento venivano presentati 12 libri, da lettori o autori, con una parte dedicata alla presentazione e una parte dedicata al dialogo.

Date le difficoltà logistiche e di salute pubblica nel far incontrare decine di persone nello stesso posto per tre giorni, nel 2020 questi Meeting si sono diventati Web Meeting.

 

Si comincia giovedì 8 ottobre 2020 dalle 21 alle 22.30, con il primo incontro gratuito su Zoom aperto a chiunque sia interessato a saperne di più.

Questi i momenti principali di ogni serata:

  • la presentazione di un libro, da parte dell’autore o di un lettore;
  • una relazione sullo stesso tema da parte di un esperto;
  • il dialogo generato dalle domande del pubblico agli esperti;
  • la Parola del giorno, a cura di Enrico Cerni;
  • la Biblioteca dei classici della complessità, a cura del Complexity Education Project.

 

Il Complexity Education Project da quest’anno si affianca al Complexity Institute nell’organizzazione degli eventi. Inoltre, in ogni serata cura la rubrica La Biblioteca dei classici della complessità, in cui in pochi minuti viene presentato un libro consigliato per approfondire i riferimenti principali del paradigma complesso.

L’iscrizione al Web Meeting è gratuita, ma obbligatoria.

Clicca qui per registrarti al Meeting “Storia economica della felicità”

Cosa hanno in comune pandemie, spettro visivo, meccanica quantistica e le incertezze della nostra vita quotidiana? E che c’entra l’approccio complesso? Parliamo qui di una sapiente e intrigante serie di incontri al margine tra scienza e teatro. 

Parliamo in particolare di tre conferenze/spettacolo presentate al Teatro del Lido di Ostia nell’agosto 2020 da un gruppo di ricercatori dell’Università di Trento, grazie al supporto di Affabulazione, una associazione culturale romana (in fondo all’articolo riferimenti e dettagli).  Per Saperne Di Più

Sei incontri all’ombra del Colosseo

Aggiornamento del 10/03/2020: a causa delle recenti misure di contenimento e di sanità pubblica prese dal Governo italiano, gli incontri di seguito elencati sono stati spostati a data da destinarsi.

Da Febbraio a Maggio 2020 si terrà un ciclo di eventi presso il Centro documentazione CIES (Via delle Carine, 4 – Metro B Colosseo), per la sessione Extra Festival del Festival della Complessità 2020.

Lo scopo del progetto, ideato dall’Associazione Dedalo ’97 , CIES Complexity Education Project, è quello di proporre ai ragazzi del centro MaTeMù e di altre associazioni una lettura sistemica della storia, per ricollegare le vicende odierne a quelle che resero il Mediterraneo antico un unico “sistema patria”, interetnico e interculturale.

Un ciclo gratuito di sei conversazioni per riflettere sulla complessità dei problemi che oggi viviamo insieme a giovani, genitori, insegnanti, operatori impegnati in attività d’accoglienza e integrazione sociale.

Ogni incontro è strutturato secondo questa scansione: l’introduzione di un argomento d’attualità, una presentazione, una pausa caffè, una riflessione sistemica sull’argomento, una discussione aperta, poi, per chi vuole, si va a cena insieme.

Per Saperne Di Più