Tag Archives: tecnologia

Quali percorsi legano progettazione multimediale e complessità? Tra fine novembre e inizio dicembre si terranno a Pordenone 4 Seminari tematici sulla relazione fra la progettazione multimediale digitale e la complessità delle sfide che ci attendono.

Il ciclo di incontri è organizzato dal Biennio Magistrale in Comunicazione Multimediale e Tecnologie dell’Informazione dell’Università di Udine. Questo ciclo di seminari tematici si inquadra nell’offerta che l’Università di Udine, per tramite del Dipartimento di Scienze Matematiche Informatiche e Fisiche, fa agli studenti, orientata al Territorio attraverso la missione istituzionale del Terzo Settore.

Il ciclo di seminari è organizzato dal prof. Giuseppe Marinelli De Marco insieme al Complexity Education Project (gruppo di studio e ricerca sui sistemi complessi dell’Università di Perugia), in vista di collaborazioni / future collaborazioni.

Per Saperne Di Più

Che rapporto c’è tra arte e complessità? Nella storia dell’evoluzione è la creazione a copiare il vivente, o viceversa?

Pier Luigi Capucci, professore presso l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila e presso l’Università di Udine, ha parlato di Arte e complessità in una delle 10 lezioni sulla Complessità organizzate dal Complexity Education Project al Museo MACRO di Roma, all’interno del Festival della Complessità.

Per Saperne Di Più

Nel mese di Maggio 2019, il Macro Asilo ha ospitato nelle sue sale la manifestazione ufficiale di apertura della decima edizione del Festival della Complessità, interamente dedicato al tema “Pensare a come pensiamo”: un ricco weekend di eventi che si è concluso domenica 12 maggio con il lancio della prima delle dieci lezioni organizzate dal Complexity Education Project.

Le lezioni si sono svolte nell’arco di tre week end, condividendo e confrontando con il pubblico i concetti chiave legati alla parola “complessità”:  il pensiero sistemico e l’analisi delle reti sociali applicate all’arte e al design, all’urbanistica e alla data visualization, senza trascurare gli aspetti più innovativi che riguardano l’applicazione del paradigma cognitivo complesso al management e al machine learning, alle fake news e alla politica, ai problemi di conflitto fra trasparenza e diritto alla privacy, per finire con il rapporto tra tecnologia e cultura.

Per Saperne Di Più

In che modo gli algoritmi e l’intelligenza artificiale influenzeranno sempre più la produzione di notizie e il giornalismo?

Il Knight Center for Journalism in the Americas dell’Università del Texas – Austin ha organizzato un nuovo MOOC e-learning gratuito (in inglese), dal titolo News Algorithms: The Impact of Automation and AI on Journalism.

Il corso consente di:

  • analizzare una serie di caso in cui gli algoritmi, l’automazione e l’Intelligenza Artificiale possono migliorare il giornalismo, ad esempio nella ricerca di storie computazionali e nella produzione automatizzata di contenuti;
  • sviluppare un occhio critico per vedere sia i pro che i contro degli algoritmi e il loro uso nei mass media e nella società in generale;
  • vedere come gli algoritmi di notizie vengono implementati e distribuiti nei diversi settori.

 

Credits image: via www.vpnsrus.com

Il Festival Ars Electronica di Linz (Austria) mette a disposizione a questo indirizzo i preziosi materiali multimediali presentati durante l’edizione 2018.
Ars Electronica, fin dal 1978,  è un punto di riferimento avanzato sulle ricerche che si muovono sperimentalmente alla “confluenza di arte, tecnologia e società”; il tema specifico su cui si confrontano gli interventi, le mostre, le performance, le interazioni, i prodotti,  le proposte cambia di anno in anno. Il tema  conduttore dell’edizione 2018 sembra fatto apposta per gli studi sulla complessità, con il suo titolo: “Errore. L’arte dell’imperfezione”. Nell’ultima edizione, sono intervenuti più di 1000 fra artisti, scienziati, attivisti e imprenditori, con un’affluenza di pubblico che ha superato le 100.000 presenze.